MdS Editore
Lunedì, Aprile 23, 2018
Login Registrati

Accedi al tuo account

Nome utente
Password *
Ricordami
Ti trovi qui:Attualità Calderone L'orizzonte rubato al GAMC di Viareggio.

Calderone

Martedì, 27 Maggio 2014 18:23

L'orizzonte rubato al GAMC di Viareggio.

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)
L'orizzonte rubato al GAMC di Viareggio. - 5.0 out of 5 based on 3 reviews
Negli ultimi mesi alla casa editrice MdS è capitato spesso di presentare il libro di Sandra Mazzinghi, L'orizzonte rubato, ma mai si era verificata una situazione come quella avvenuta giovedì 22 maggio.

Ospiti del museo GAMC di Viareggio e della FIDAPA sezione Versilia io, Sara Ferraioli e l'autrice Sandra ci siamo preparate per l'appuntamento.

Il libro tratta di una storia vera, la storia di uno scambio di mail tra l'autrice e la sua amica che per privacy è stata chiamata Antonietta, una storia di abusi perpetrati da colui che più di ogni altro avrebbe dovuto amarla: suo padre.

Il 22 maggio era oltretutto la giornata mondiale dedicata alle quasi 300 ragazze nigeriane rapite, quindi per noi affrontare il tema della violenza sulle donne è stato ancora più importante.

Dopo una breve presentazione della casa editrice e dei nostri lavori sono passata a presentare il tema trattato dal libro, ho presentato Sandra ed abbiamo iniziato da subito un dialogo per approfondire la storia oggetto del romanzo. Dopo un paio di domande poste all'autrice ci siamo accorte che la platea difronte a noi fremeva, abbiamo manifestato quindi la nostra piena disponibilità nel rispondere alle loro domande.

Bene avete presente le classiche presentazioni di libri? Questa è stata tutt'altro...

Dalle ore 18.00 alle ore 20.00 la sala che ci ha ospitato si è trasformata in un contenitore di testimonianze, di scambi di opinione, anche accesi in alcuni casi e tutti i partecipanti hanno chiesto notizie all'autrice, alcuni dei presenti in sala hanno parlato in prima persona delle loro esperienze, la presidente della Case delle Donne di Viareggio Ersilia Raffaelli ci ha illustrato il bellissimo e duro lavoro che lei e le altre volontarie del centro anti-violenza svolgono sul nostro territorio. Il tema non era e non è certamente dei più semplici e tanto meno allegri, ma vedere tutte queste persone discutere ed appassionarsi a quanto stavamo presentando ha suscitato in me un enorme piacere. La presidente della FIDAPA sezione Versilia, Elizabeth Riani, ha proposto anche di creare altri incontri per affrontare questa enorme piaga che ogni anno miete vittime in tutto il mondo e la Presidente della Casa delle Donne ci ha proposto di presentare nuovamente il libro di Sandra Mazzinghi.

Al termine di quell'incontro mi sono sentita un po' spaesata e confusa, il mio ruolo in una presentazione solitamente è un altro mentre in quel pomeriggio non sapevo nemmeno se fossi stata in grado di gestire al meglio la situazione, ma dentro di me avevo solo una grande soddisfazione e provavo un enorme piacere. Avevo passato un pomeriggio forte ed intenso, mi sentivo arricchita ed avevo scoperto molte associazioni nuove, ma soprattutto avevo conosciuto delle donne forti, intelligenti e piene di passione.

Letto 5577 volte