MdS Editore
Venerdì, Dicembre 15, 2017
Login Registrati

Accedi al tuo account

Nome utente
Password *
Ricordami
Marzia Scala

Marzia Scala

Quand’ero piccola il mio nome non mi piaceva! Poi, con la scoperta della mitologia e l’amore per le lingue, scrutando l’etimologia delle parole mi sono resa conto che Marzia è il nome adatto a me! E da quel momento mi sono sempre considerata una soldatessa dell’esercito più antico e potente, quello che ha attraversato millenni, religioni e che ancora riecheggia con le sue urla di coraggio a portare giubilo nell’animo mio. 
Già, io sono una guerriera che combatte tra le fila dei battaglioni di Marte. E voglio raccontarvi come lo faccio, senza macchiarmi di sangue. E quanto il sapore della rivolta inneschi in me un meccanismo sì impetuoso da rendere inutile qualsiasi tentativo di arresto.
Io lotto per la mia indipendenza che, ritengo, sia data dalla curiosità, motore di quella grande macchina di lusso che è la cultura. Non riesco a capacitarmi della totale assenza di questo elemento, così vitale per l’animo, alimentatore principe dell’autostima.
Credo nelle mie scelte, quelle che mi hanno portato ad intraprendere un percorso di studi che rifarei ogni giorno, quello che mi ha indirizzata verso gli interessi giusti: le mie passioni!
Ho imparato cosa significa fondersi con l’ambiente, rispettarlo e riempirsi d’esso diventando agrotecnico; frequentando scienze della comunicazione ho capito che la chiave della mia indole è un rintreccio di parole che si rincorrono – in fondo lo avevo sempre saputo; ho goduto del lavorare in team e dell’efficacia delle esperienze reali facendo un master in marketing e comunicazione, quello che mi ha dato l’opportunità di lavorare in una grande azienda-famiglia, tutta composta da grandi soldatesse. E lì, ho preso consapevolezza di quanto sia fondamentale costruire una rete, annodando e disfacendo legami.
Ma non è solo il mio percorso di studi quello che mi ha plasmata: io sono una grande debitrice dello sport. La disciplina che mi caratterizza è frutto di imprese appassionate, di avventure emozionanti; giochi di squadra e arti individuali, palleggi e canestri, divise, competizioni e giudici. Ho provato di tutto finché ho intrapreso una carreggiata a tre corsie in cui mi divincolo con destrezza, sudore e soddisfazione. Io corro, io vado a cavallo, io pedalo. E se non fosse perché detesto il cloro… vivrei nell’acqua. Ho la fortuna di potermi svegliare e scegliere che calzature indossare, mettere un piede fuori dalla porta e vivere una parentesi all’interno del cuore pulsante più alto d’Europa: il Parco dell’Etna.
Io esco, spesso senza una meta, e mi ritrovo a impersonare i protagonisti delle mie sceneggiature, quelle che, desidero, divengano lo sprint iniziale per una vita in movimento. L’adrenalina è il mio carburante, miscela esplosiva composta di inchiostro che strimpella le corde della natura in divenire, della staticità esaltante che saltella e mi sorride ad ogni balzo, ad ogni falcata, ad ogni scatto di potenza.
Fiera di mettermi alla prova e sfidarmi in ogni momento. Per scatenare emozioni. Io lo faccio scrivendo col fine ultimo di contagiare le menti, di coinvolgere i corpi.
Follow me!

marzia.scala@mdseditore.it
Etna Convention: come farmi buttare fuori dalla palestra! - 4.0 out of 5 based on 1 review

Sto rischiando a scrivere questo articolo! Potrei essere buttata fuori dalla mia palestra, da quel concentrato di rosso e nero perfettamente equilibrati che scompone la mia vista e coordina la mia mente. Gli Invitti non sarebbero orgogliosi della mia presenza all’evento che sto per narrarvi, ma quando mai non si rischia scrivendo?

50 sfumature di me

Mercoledì, 22 Ottobre 2014 17:24
50 sfumature di me - 5.0 out of 5 based on 1 review

domenica pomeriggio, persa tra le mille faccende di segreteria, la stanchezza di due settimane che non accennavano a trascorrere, mi sono seduta davanti a questo foglio (ormai è come se fosse sempre lo stesso!)per cercare di riempirlo. Non a casaccio, s’intende.

2000 kcal, 4h, 50 km

Domenica, 24 Agosto 2014 16:03
2000 kcal, 4h, 50 km - 3.0 out of 5 based on 2 reviews
Prima di questo articolo ne avevo pensato un altro che non era ben definito nella mia mente. Poi mi telefona lui, il mio compagno di avventure estreme, e mi propone un giro in bici; mi svela anche, molto onestamente, il percorso che vuole fare tanto con me ha carta bianca e non deve preoccuparsi di nascondermi la verità: io mi accollo tutte le imprese fisiche im\possibili. Quindi ho ritenuto opportuno attendere ancora un po’, realizzare il viaggio e regalarvi il nostro reportage, verace come le vongole.

La promessa di Alessio Sakara

Sabato, 19 Luglio 2014 16:41
La promessa di Alessio Sakara - 5.0 out of 5 based on 2 reviews

Premetto che non avevo idea di chi fosse e che quando me lo hanno nominato ho pensato che si trattasse di un russo. Macché! È un romanaccio questo Alessio Sakara e mi sa che picchia bene. Speriamo non si appunti sul suo jab che per me fosse un perfetto sconosciuto.

Cross Country a quattro gambe: ola da mondiali - 5.0 out of 5 based on 1 review

Trovata. Dopo anni lunghi e solitari, dopo delusioni, rabbia e una serie di “chi me l’ha fatto fare!”; dopo “mi fa male il fianco”, “sto morendo”, “non ho più fiato” e…che dimentico…ah, si zero costanza; dopo tutto questo tempo, finalmente, l’ho trovata!

La mia squadra

Martedì, 17 Giugno 2014 08:47
La mia squadra - 5.0 out of 5 based on 2 reviews

Io non amo i bambini. Non è un segreto e non c’è da scandalizzarsi. Ma come in tutto ci sono le eccezioni. E ci sono i bambini che mi piacciono.Tipo Lorenzo, il mio compagno di MMA.

L’ignominia di Oscar

Mercoledì, 04 Giugno 2014 16:39
L’ignominia di Oscar - 5.0 out of 5 based on 1 review

Era tipo realizzare un sogno: tutti i comuni mortali (non proprio tutti visto che ne esistono parecchi senza passione o senza voglia di fare)desiderano avere un lavoro gratificante, che piaccia e diverta. Non l’avrei mai immaginato ma mi stava succedendo. Una proposta che sembrava un po’ lasciata in aria ma che aveva pur sempre del concreto.

Non invincibile ma invitta

Martedì, 20 Maggio 2014 14:45
Non invincibile ma invitta - 5.0 out of 5 based on 1 review
Cadono fin da subito le prime gocce di sudore, dapprima minute e rade, come fastidiose lacrime di pioggia portatrici di peronospora; si fanno pian piano pioggerella sottile che stringe il corpo in un bagno di sale

Rischio di divorzio perenne

Mercoledì, 07 Maggio 2014 09:21
Rischio di divorzio perenne - 4.4 out of 5 based on 7 reviews
Mi guarda. Mi afferra con gli occhi mentre gli concedo -miserabile che non sono altro!-una parola dolce, una carezza piccola. E scalcia sulla porta del suo box verde bosco quando mi volto, lasciandomelo alle spalle.

Ma i vestiti di Pasqua?

Mercoledì, 23 Aprile 2014 17:20
Ma i vestiti di Pasqua? - 5.0 out of 5 based on 1 review
Naturalmente per me le feste tradizionalmente osannate sono solo giorni di lavoro intenso, per fortuna! Motivo per cui ho sempre la giustificazione pronta –vera, reale e plausibile- per rifiutare (gentilmente) gl’inviti di quanti si prodigano a cucinare generosamente per giorni interi al fine di …”riempire le panze” ai commensali.