MdS Editore
Venerdì, Dicembre 15, 2017
Login Registrati

Accedi al tuo account

Nome utente
Password *
Ricordami
Francesca Petrucci

Francesca Petrucci

Mi chiamo Francesca e sono nata a Pistoia 39 anni fa, ma vivo, lavoro e scrivo a Pisa. Laureata in Lettere antiche faccio l’editor di professione e la scrittrice per passione. Sono giornalista pubblicista e per manidistrega.it curo la rubrica “Zampa che ti passa!”, ma ho pubblicato anche sei libri: Carosello in San Rossore (Equitare 2009), Curioso, un cavallo all’avventura (Felici 2011), Mia story. Dall’abbandono all’amore (MDS 2013), Il ghiro Lapo (Felici 2014); Bruna. Una maialina per amica (MdS 2014) e Basta una coda (MdS 2015). Ho scritto tanti racconti, alcuni sono stati premiati, uno (Fino al mare) ha vinto il concorso “Macchie d’acqua” nel 2013 ed è pubblicato nell’omonima antologia. Con altri sette amici (gli Ottomani) ho scritto il romanzo collettivo Sulle spallette alle nove, (MDS  2014) e ho partecipato con una fiaba al progetto Favolare (MdS 2015) realizzato in collaborazione con il carcere Don Bosco di Pisa. Sposata con Giulio, sono mamma di un bimbo di otto anni che si chiama Lapo, di un cane che si chiama Cirano e di un cavallo che si chiama Velluto. Natura e libri sono le mie più grandi passioni: amo gli animali come l’aria che respiro e dedico spesso ai loro diritti la mia scrittura.

francesca.petrucci@mdseditore.it
“AgriBizzarra”: chi aiuta chi? Intervista alla fondatrice Sonia Lupano - 5.0 out of 5 based on 2 reviews

Dopo aver conosciuto attraverso l’intervista al direttore del carcere Carlo Mazzerbo la splendida realtà dell’Isola di Gorgona, dove gli animali sono considerati “cooperatori del trattamento”, andiamo a scoprire in questa occasione un’altra bellissima attività che fa della cooperazione animale un’enorme ricchezza.

L’isola verde dei “diritti estesi a tutti”: il carcere di Gorgona Intervista al direttore Carlo Mazzerbo - 4.3 out of 5 based on 7 reviews

Non avete sbagliato rubrica, e io non ho preso “un granchio”… lo so sembra strano: che cosa ci fa un articolo su un carcere in una rubrica che parla di animali?

Italo, una (bella) storia vera

Venerdì, 23 Gennaio 2015 10:55
Italo, una (bella) storia vera - 5.0 out of 5 based on 2 reviews

La Sicilia è una terra che non è solita fare sconti ai randagi che vagano nelle città, nei piccoli centri o nelle campagne. Tante, troppe le brutte storie che arrivano ogni giorno – certo non dai circuiti più ufficiali – e che i volontari delle associazioni denunciano a gran voce. 

Sant’Antonio protettore degli animali. La Festa della Benedizione a San Rossore - 5.0 out of 5 based on 1 review

Il 17 gennaio ricorre la festa di sant’Antonio, tradizionalmente riconosciuto come “il protettore degli animali”.

La rana Pomodoro: quando la comodità diventa un bisogno - 5.0 out of 5 based on 1 review

In questa fiaba di Tiziana Morrone tremula come fiammella di candela il rimpianto delle cose perdute. E non solo…” così lo scrittore Mauro Corona, che firma la prefazione del libro fresco di stampa edito da MDS, definisce la storia di Pomodorouna rana “che non sapeva saltare”.

“Ritratti di stagione”: i cavalli di Serenella - 3.5 out of 5 based on 2 reviews

“Dove in questo vasto mondo si può trovare nobiltà senza orgoglio, amicizia senza invidia e bellezza senza vanità?”

R. Duncan

Con gli occhi della fiducia: Laghat, un cavallo speciale - 4.8 out of 5 based on 6 reviews
Mamma Daniza: un esempio da seguire, non un pericolo da eliminare - 5.0 out of 5 based on 5 reviews
Oggi la notizia della morte dell’orsa Daniza rimbalza sul web, lampeggiando come un allarme rosso che urla forte che qualcosa davvero non funziona. E non si tratta del fatto che una madre difenda i propri cuccioli. No, non è questo quello che non funziona.

Per MIAO una mamma che fa BAU

Sabato, 30 Agosto 2014 10:17
Per MIAO una mamma che fa BAU - 4.4 out of 5 based on 8 reviews
Il titolo è un po’ buffo, ma la storia che voglio raccontarvi più che buffa è tenera, e tocca il cuore. Leggete e poi mi direte se non avevo ragione. Iniziamo precisando chi è BAU e chi è MIAO, sennò non si capisce niente.
Cala di Forno a cavallo nel Parco della Maremma - 5.0 out of 5 based on 1 review

Alla Maremma ho già dedicato un articolo in questa rubrica, e non me ne vogliate se ora ci torno sopra, o meglio dentro, ripartendo proprio da Talamone.

 
Pagina 3 di 7