MdS Editore
Martedì, Febbraio 20, 2018
Login Registrati

Accedi al tuo account

Nome utente
Password *
Ricordami

Moi Je Joue

Venerdì, 26 Settembre 2014 11:51

Milan Fashion Film Festival

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Milan Fashion Film Festival - 5.0 out of 5 based on 1 review
Tratto da "The Purgatory of Monotony" di Ace Norton Tratto da "The Purgatory of Monotony" di Ace Norton
Potrei dire anche: “Te l’avevo detto!”, ma ormai carta canta. Quanta gente crede che moda e cinema non c’entrino nulla o comunque pensino che “Sì, gli attori si vestono… ma anche io mi vesto!” Beh, Milano Fashion Film Festival può farvi cambiare idea, oltre al fatto che le prime mode, ricordo, sono state lanciate dalle prime dive del vaudeville e del cinema: quello che loro sceglievano di indossare era legge. Comunque il 14 e 15 settembre si è tenuta, appena prima della Fashion Week, la prima edizione del Milano Fashion Film Festival, fondata dalla latina Costanza Cavalli Etro. Alla conferenza stampa, molto emozionata, ha detto che ha capito l’importanza di dare una possibilità ai nuovi talenti e di creare questo cinema di nicchia molto glamour. Vorrei ricordarle che esiste già ASVOFF (A Shaded View On Fashion Film), ideato da Diane Pernet nel 2010, un festival di cinema fashion itinerante, che raccoglie corti riguardanti la moda e che quest’anno si terrà dal 21 al 23 novembre a Parigi. Ma lasciamole vivere il suo sogno. Anche perchè questo festival ha dato grandi soddisfazioni. Inutile sottolineare il divario che ci può essere tra un fashion film indipendente e uno sponsorizzato da Ferragamo, ma la qualità di certo non è mai mancata. Accanto ai giovani talenti, il festival è stato l'occasione per vedere anche film diretti da registi famosi - tra cui Wes Anderson, Roman Coppola, Spike Jonze, Todd Cole, Greg Kadel, James Lima - e per brand famosi - tra cui Diesel, Dior Etro, Fendi, Gucci, Gareth Pugh, Louis Vuitton, Prada, Rodarte, Salvatore Ferragamo, Valentino e Zegna. Che dire, un modo per testimoniare come il mezzo cinematografico sia diventato sempre più importante nella moda e viceversa. Questa prima edizione ha visto il successo di “The purgatory of monotony” di Ace Norton con tre premi, ritirato dalla fashion designer Rei Yamagata, dell’omonimo marchio. 30 sono i film selezionati e 9 i premiati. BEST FASHION FILM: “The purgatory of monotony” di Ace Norton BEST ITALIAN FASHION FILM: “Leakage” di Giulia Achenza BEST NEW TALENT DIRECTOR: “The purgatory of monotony” di Ace Norton BEST ART DIRECTION: “The purgatory of monotony” di Ace Norton BEST STYLING: “Noir” di Marie Schouller BEST EMERGING DESIGNER: “Agi & Sam” di Edward Housden BEST EDITING: “Escandalo: A cruise” di Dean Alexander BEST MUSIC: “Play to win a pingpong battle” di Roberto Delvoi BEST YOUNG AND ESTABLISHED DIRECTOR: “The Wall” di Dominick Sheldon I film sono tutti visibili sul sito ufficiale www.fffmilano.com. Vi consiglio di dare una sbirciatina, non rimarrete delusi, ognuno di loro meriterebbe un articolo.
Letto 4115 volte